Albo on line
Progettisti
Progetti
Bandi
Registrati
Tropea (VV), Italia

CONCORSO di IDEE A supporto progettazione lavori di “Riqualificazione Urbana e Servizi di Piazza Vittorio Veneto-Viale Stazione e tratti adiacenti”

Chiara Cavallaro — CONCORSO di IDEE A supporto progettazione lavori di “Riqualificazione Urbana e Servizi di Piazza Vittorio Veneto-Viale Stazione e tratti adiacenti”

Il progetto è intenzionalmente e rispettosamente semplice nei confronti dell’esistente: la sua scala è tagliata sull’uomo, i suoi intenti sono quelli di ricreare un luogo interessante da vivere quotidianamente; colore e materia suggeriscono una ricchezza sensoriale che rimanda ai colori del mare preannunciati dalla piazza. Il progetto è strutturato in tre parti diverse che riproporzionano gli spazi e le funzioni della piazza, concepita e percepita come unico luogo tramite l’identità dei suoi elementi (naturali e artificiali), cadenzata dai diversi cromatismi della pavimentazione e da tappeti verdi. La prima più vicina a viale Stazione è caratterizzata dalla presenza di verde basso e di alberi di tiglio necessari a creare uno spazio sempre ombreggiato e tranquillo dove sostare e riposare; la parte laterale scandita dalla presenza dei bar con gazebi esterni dai quali ammirare tutto quello che succede nella piazza; la terza parte, uno spazio aperto e più libero, da impiegare per manifestazioni e per attività ludiche in genere. Il progetto mira a produrre uno spazio efficiente, abitabile, aperto e sostenibile che si costruisce come pezzo di città dotato di un paesaggio e di funzioni con una identità forte, capace di mettere in comunicazione i flussi del porto con quelli del turismo, la vita della città con quella dei visitatori, le consuetudini urbane con quelle più strettamente marittime. L’intento è quello di creare uno spazio ibrido ma efficace. L’idea di progetto è quella di allestire nello spazio della piazza e negli ambiti ad essa limitrofi una successione di “stanze all’aperto” che rappresentino luoghi collettivi dello stare e del condividere, l’idea della piazza come spazio intimo e quasi domestico, in grado di contenere ed accogliere la propria comunità. Lo spazio viene definito attraverso azioni progettuali minime legate principalmente al disegno del suolo che, trattato diversamente a seconda della funzione che espleta o del tipo di tessuto che incontra, mira alla ricucitura dei sistemi esistenti di spazio pubblico e alla creazione di nuove condizioni spaziali. La nuova pavimentazione e illuminazione rende questo spazio un luogo disponibile a molte delle aspettative di aggregazione sociale.