Albo on line
Progettisti
Progetti
Bandi
Registrati
Liscate (MI), Italia

Scuola materna a cinque sezioni, Liscate 2001

Giovanni Casalinuovo, Maria Teresa Sanzo, Fabrizio Paparazzo, Raffaele Aly

Giovanni Casalinuovo, Maria Teresa Sanzo, Fabrizio Paparazzo, Raffaele Aly — Scuola materna a cinque sezioni, Liscate 2001

“Il concorso, indetto dal comune di Liscate (MI) richiedeva la progettazione di un edificio di mq 1500, da costruire ex-novo, per una scuola materna a 5 sezioni, con amministrazione, mensa, ed altre aree specifiche per una scuola materna. Si richiedeva inoltre una progettazione che riducesse al massimo i costi di gestione della scuola. Il progetto vincitore ha risposto a tutti i requisiti, sia per gli aspetti formali, pur discutibili, che per il tipo di organizzazione degli spazi, funzionalmente ineccepibile e per gli impianti che prevedevano, tra l’altro, il recupero di energia con uso di collettori solari. L’impostazione del progetto (la cui pianta ricorda la forma di un elefante – detto Dumbo nel corso della progettazione) si basa sulla scuola come frammento di città, con sequenze a diversi gradi di definizione. Il risultato ottenuto è la combinazione di forme vitali e di cromatismi, a volte esasperati, rivolti ad esaltare l’aspetto ludico della scuola e a stimolare l’immaginazione dei giovani fruitori. I contrasti sono forti nella composizione degli elementi architettonici, seppure disposti con naturalezza e tesi ad indagare la relazione fra i vari componenti dell’architettura. Nell’insieme, il progetto, nelle sue varie parti, si esprime per incastri di superfici e volumi di differenti forme e connotazioni, secondo una logica che mira alla comunicazione immediata, ulteriormente sottolineata dai colori, dalle texture dei materiali e dalla luce. Si prevede una buona economicità gestionale date le soluzioni impiantistiche adottate: In linea di massima è prevista l’installazione di n. 2 caldaie a parete della potenzialità di 60 kW del tipo a condensazione e bruciatore ad irraggiamento. Tale soluzione oltre ad un risparmio del 10% circa di combustibile rispetto ad un impianto tradizionale, congiuntamente all’apporto dell’energia solare, consente, in linea di massima ed in condizioni ordinarie, l’impiego di una sola delle previste caldaie. La seconda caldaia consente la copertura dei fabbisogni in condizioni di temperatura esterna critica ed eventuali disservizio o manutenzioni della prima. Condizioni queste che consentono la continuità di servizio. Per quanto riguarda i pannelli solari, con la superficie prevista dal progetto, si prevede la copertura di circa il 20% del fabbisogno annuo equivalente ad un risparmio di gas pari a circa mc 2500. I suddetti pannelli consentiranno il preriscaldo di acqua sia ai fini sanitari che a quelli termici. Per quanto riguarda l’impianto sanitario è prevista l’installazione di un boiler da 1000 litri al fine di garantire anche una elevata contemporaneità di utilizzo dell’acqua calda (ad es. prima dei pasti) da parte dei bambini.” Capogruppo: arch. Giovanni Casalinuovo – studioarch

Giovanni Casalinuovo, Maria Teresa Sanzo, Fabrizio Paparazzo, Raffaele Aly — Scuola materna a cinque sezioni, Liscate 2001

Giovanni Casalinuovo, Maria Teresa Sanzo, Fabrizio Paparazzo, Raffaele Aly — Scuola materna a cinque sezioni, Liscate 2001

Giovanni Casalinuovo, Maria Teresa Sanzo, Fabrizio Paparazzo, Raffaele Aly — Scuola materna a cinque sezioni, Liscate 2001