Questo sito utilizza i cookie strettamente necessari al suo funzionamento. Maggiori informazioni

Menu
Bando
UNIVERSITÀ DI BOLOGNA · Bologna (BO), Italia · Scaduto 19/01/2017
Controllo ambientale e prevenzione dei rischi per la salute

Profilo professionale:
Il Master ha l'obiettivo di fornire alle figure professionali che lavorano nel campo ambientale e della prevenzione della salute le competenze atte a comprendere le problematiche ambientali, supportare le attività di pianificazione, elaborare e applicare procedure e processi per la prevenzione e la tutela ambientale. Il Master forma una figura di professionista con funzioni specialistiche di management ambientale e controllo delle esposizioni ambientali con effetti sulla salute umana. La preparazione e la competenza acquisite durante il percorso formativo permetteranno di: comprendere le problematiche ambientali, supportare le attività di pianificazione, elaborare e applicare procedure e processi per la prevenzione e la tutela ambientale. Consentiranno, inoltre, di assumere incarichi organizzativi e gestionali nelle strutture pubbliche, private attive nel campo delle politiche e del controllo ambientale, come per esempio le Agenzie Ambientali, in cui risultano fondamentali la conoscenza e l’applicazione della normativa in materia. Il Master, inoltre, fornisce le competenze per la valutazione dell’impatto dell’ambiente sulla salute umana e, in particolare, consente di acquisire le conoscenze per l’elaborazione di linee e documenti guida nel campo della tossicologia regolatoria, a supporto del processo decisionale per la protezione dell’ambiente e della salute umana. Questo percorso formativo risponde all’esigenza di formare una figura professionale in grado di operare nelle Agenzie decentrate della UE che contribuiscono all’attuazione delle politiche della comunità europea, quali EFSA, ECHA. EEA e di altri organismi europei e internazionali, preposti all’elaborazione di strategie per la prevenzione dei rischi per la salute. Per quanto riguarda i partecipanti in possesso di Laurea triennale in Tecnico della prevenzione dell’ambiente, di Diploma Universitario di tecnico della prevenzione dell’ambiente e dei luoghi di lavoro o di titoli equipollenti ai sensi dell'art. 6 legge 43/2006, il Master offre una formazione atta ad assumere funzioni di coordinamento secondo quanto previsto dall'art 4 del CCNL Comparto Sanità attualmente in vigore.

Titoli d'accesso
a) Lauree triennali conseguite ai sensi del DM 270/04 nelle seguenti classi: ISNT/4 Tecniche della Prevenzione dell’Ambiente, L-13 Scienze biologiche, L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica, ambientale, L-32 Scienze ambientali, L-34 Scienze geologiche, L-27 Scienze e tecnologie chimiche, L-2 Biotecnologie, L-30 Scienze e tecnologie fisiche, L-41 Statistica, L-7 Ingegneria civile e ambientale, L-25 Scienze e tecnologie agrarie e forestali, L-26 Scienze e tecnologie agro-alimentari, L-17 Scienze dell’architettura, L-29 Tossicologia ambientale, SNT/03 Professioni Sanitarie Tecniche; SNT/04 Professioni sanitarie della prevenzione o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento);
b) Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi: LM-6 Biologia, SNT/03/S Scienze delle professioni sanitarie tecniche, SNT/04/S Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione, LM-41 Medicina e chirurgia, LM-7 Biotecnologie agrarie, LM-8 Biotecnologie industriali, LM-86 Scienze Zootecniche e Tecnologie animali, LM-9 Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche, LM-3 del paesaggio, LM-4 Architettura, LM-17 Fisica, LM-23 Ingegneria civile, LM-35 Ingegneria per l’ambiente e il territorio, LM-48 Pianificazione territoriale urbanistica ambientale, LM-54 Chimica, LM-60 Scienze della natura, LM-69 Agraria, LM-70 Scienze e Tecnologie Alimentari, LM-71 Scienze e tecnologie della chimica indusriale, LM-73 Scienze e tecnologie forestali e ambientali, LM-74 Scienze e tecnologie geologiche, LM-75 Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio, LM-79 Scienze geofisiche, LM-82 Scienze statistiche o lauree di secondo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento); Sono ammessi i laureati di secondo ciclo nella classe LMG-01Giurisprudenza (o equivalenti), purchè in possesso di esperienza almeno triennale nell’ambito della prevenzione ambientale.