Projects
Frontcovers
Top Favorites
Latest
Competitions
Albums
Details
Newsletters
Tramonti di sopra (PN), Italia

Centro Di Aggregazione Giovanile

Nuovo progetto per la ristrutturazione di un edificio da adibire a centro di aggregazione giovanile

Stefano Tavella — Centro Di Aggregazione Giovanile

Modello 3d

Motivo di fondamentale importanza per la costruzione di questo fabbricato è l’opportunità di fornire alla comunità locale di un centro sociale multiuso tale da permettere, nell’utilizzo quanto più possibile articolato e completo dell’edificio, la minor dispersione possibile della popolazione nei suoi momenti di aggregazione.

Stefano Tavella — Centro Di Aggregazione Giovanile

Pianta Piano Terra

Le funzioni che saranno ospitate nell’edificio si possono così riassumere:

Stefano Tavella — Centro Di Aggregazione Giovanile

Prospetto Est

a) al piano terra:

Stefano Tavella — Centro Di Aggregazione Giovanile

Prospetto Nord

- un atrio di accesso, necessariamente piccolo ma che, divenga perno distributivo nonché visuale del fabbricato;

Stefano Tavella — Centro Di Aggregazione Giovanile

Prospetto Sud

- una sala multi uso di circa mq 95 per catechesi, incontri e riunioni di adulti e famiglie;

Stefano Tavella — Centro Di Aggregazione Giovanile

Sezione

- un gruppo servizi igienici che servano l’edificio ma che possano, saltuariamente, essere utilizzati autonomamente a beneficio della vicina piastra sportiva multiuso;

Stefano Tavella — Centro Di Aggregazione Giovanile

Particolare

b) al piano primo, al quale si accede attraverso una scala interna a vista posta nell’atrio di accesso, ma anche, sfruttando la naturale pendenza del terreno, direttamente dall’esterno grazie ad una rampa e senza l’ausilio di scale:

- due sale riunioni di più contenute dimensioni.

L’articolazione volumetrica del fabbricato deriva dalla ristrutturazione di quello esistente e del quale segue per buona parte il perimetro.

Per poter meglio sfruttare lo spazio a disposizione e per meglio disporre della pendenza naturale, il fabbricato viene abbassato come quota di calpestio del primo livello. Questo ha il doppio vantaggio di poter realizzare un secondo livello mantenendo il medesimo impatto di facciata, soprattutto per quanto riguarda il prospetto nord, e di poter accedere al secondo livello anche senza l’ausilio di scale, ma direttamente dall’esterno. Inoltre questo abbassamento permette di non gravare visivamente sulla chiesa ed in particolare sull’abside lasciando ad essa la naturale centralità.

Nel realizzare la nuova sala di riunioni si è sfruttato l’allineamento esistente tra l’edificio e la chiesa, questo permette la realizzazione di un nuovo marciapiede che, pur rimanendo in proprietà privata, agevola il raggiungimento della piazzetta soprastante, senza invadere la sede stradale.

L’utilizzo dei materiali di finitura delle facciate, intonaco e rivestimento in pietra e legno, permette una perfetta integrazione con la tradizione locale.

La copertura del blocco nord sarà di tipo tradizionale ad una falda mentre quella del blocco sud verrà realizzata con un andamento a volta cilindrica, visibile solo dall’interno della sala, con un raggio tale da permettere un configurazione ribassata.

Apartment-buildings