Questo sito utilizza i cookie strettamente necessari al suo funzionamento. Maggiori informazioni

Menu
Formazione
Ieri
Università di Roma La Sapienza · Roma (RM), Italia · Scadenza 11/12/2017

Bando relativo alla prova di accesso alla scuola di specializzazione in beni naturali e territoriali profilo specialistico architettura di parchi, giardini e dei sistemi naturalistico-ambientali

Titoli di ammissione
Laurea in: Architettura del paesaggio (classe 3/S) (classe LM-3); Architettura e ingegneria edile (classe 4/S) Architettura e ingegneria edile - architettura(classe LM-4); Biologia (classe 6/S) (classe LM-6) ; Conservazione dei beni architettonici e ambientali (classe10/S) (classeLM-10) ; Ingegneria per l’ambiente ed il territorio (classe 38/S) (classe LM-35) Ingegneria della sicurezza (LM-26) ; Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale (classe 54/S) (classeLM- 48); Scienze della natura (classe 68/S) (classe LM-60) ; Scienze e gestione delle risorse rurali e forestali (classe 74/S) Scienze e tecnologie forestali ed ambientali (classe LM-73); Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio (classe 82/S) (classe LM-75); Scienze geologiche (classe 86/S) Scienze e tecnologie geologiche (classe LM-74). (classe LMG-01).
Laurea quadriennale V.O. in: Architettura, Scienze Biologiche, Conservazione dei beni culturali, Ingegneria per l’ambiente ed il territorio, Pianificazione territoriale ed urbanistica, Scienze naturali, Scienze forestali, Scienze forestali ed ambientali, Scienze ambientali, Scienze geologiche equipollenti ai sensi del D.I. 5.5.2004 e D.I. 9.7.2009. Titolo di studio conseguito presso Università straniere dichiarato equiparabile dalla Commissione Giudicatrice, per durata e contenuto, al titolo accademico italiano richiesto per l’accesso alla scuola di specializzazione ai soli fini

Università di Roma La Sapienza · Roma (RM), Italia · Scadenza 11/12/2017
Scuola di specializzazione in beni naturali e territoriali
Comune di Bassano del Grappa · Bassano del Grappa (VI), Italia · Scadenza 01/12/2017

Il Comune di Bassano del Grappa Area Terza - Cultura Museo - bandisce un Concorso per l’assegnazione di un premio di € 1.600,00 (al lordo di ritenuta) riservato a laureati che abbiano discusso negli anni solari 2015/2016 una tesi di laurea di secondo livello o “vecchio ordinamento” concernente l’approfondimento di aspetti storico-culturali, giuridici, architettonici, urbanistici, artistici, sociologici, etnografici, economici, tecnologici, scientifici e naturalistici legati alla realtà del passato o del presente di Bassano del Grappa e del suo territorio nelle varie Facoltà delle Università italiane

Comune di Bassano del Grappa · Bassano del Grappa (VI), Italia · Scadenza 01/12/2017
Premio di laurea su argomenti riguardanti Bassano del Grappa ed il bassanese
giovedì, 16 novembre 2017
Università di Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 10/01/2018

Il Master affronta le questioni relative al territorio, alla città e all’ambiente e promuove in Italia le Environmental Humanities, campo di studio in grande espansione, attualmente tra i più interessanti ambiti delle scienze umane.
La storia di parole cardinali quali città, comunità, habitat, natura, territorio, paesaggio, progetto, sarà presentata, discussa e aggiornata, a partire dai diversi saperi che ne hanno trattato: dalla filosofia all’arte, dalla teoria politica alla sociologia, dalla storia e geografia all’urbanistica e architettura, dal diritto all’economia, dall’ecologia politica alla comunicazione.
Specificità dell’offerta formativa del Master è infatti l’impegno a integrare i diversi saperi e la pluralità di competenze necessarie quando si affrontano i temi sollevati dall’abitare e operare in una dimensione territoriale, urbana, ambientale.
La vocazione del Master è dunque quella di offrire una formazione che si rivolga sia ai profili delle discipline scientifiche (ingegneria, scienze naturali, etc.) sia a quelli delle discipline umanistiche.
Il Master si rivolge a laureati/e in tutte le discipline (vecchio ordinamento e laurea triennale).
Possono accedere al Master candidati/e sia italiani/e, sia stranieri/e.
e lezioni svolgeranno tra il venerdì pomeriggio e il sabato mattina.

Quest’anno il master lavorerà sull’ambivalenza del termine “emergenza”: la crisi, ma anche ciò che la supera, il pericolo e l’emergere di ciò che salva, il disorientamento e il sorgere di inaspettati punti di riferimento, il collasso del noto e l’emersione di significati inattesi. Riattualizzandone l’uso, il senso e il significato si lavorerà anche sulle categorie di: Crisi, Catastrofe, Progettualità, Redistribuzione, Ospitalità, Narrazione, Archivio.

Università di Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 10/01/2018
Master: Studi del Territorio - Environmental Humanities
lunedì, 09 ottobre 2017
Università di Roma La Sapienza · Roma (RM), Italia · Scadenza 31/01/2018

Il Master si propone di realizzare un percorso formativo finalizzato al soddisfacimento della domanda di alta formazione tecnico‐scientifica e di aggiornamento culturale, proveniente da una vasta gamma di attività e di professionalità collegate alla valorizzazione e riqualificazione ambientalmente sostenibile ed energeticamente efficiente dei centri storici di dimensione minore.
Il corso è svolto in lingua italiana. L’attività formativa è pari a 1500 ore di impegno complessivo, di cui almeno 300 ore dedicate all’attività di didattica frontale e 250 ore destinate alla prova finale. Le restanti ore sono impiegate per le seguenti attività formative: stage presso enti, istituzioni, aziende, università.

Requisiti di ammissione
Possono partecipare al Master, senza limitazioni di età e cittadinanza, coloro che sono in possesso di un titolo universitario appartenente ad una qualsiasi classe di laurea specialistica/magistrale.

Università di Roma La Sapienza · Roma (RM), Italia · Scadenza 31/01/2018
Master II livello: ACT ‐ Valorizzazione e gestione dei centri storici minori
archistart · Lecce (LC), Italia · Scadenza 12/02/20178

Archistart promuove ATA2018 - Architectural Thesis Award – La seconda edizione del premio tesi internazionale realizzato con l'intento di valorizzare, premiare e dare visibilità a giovani talenti del mondo dell'architettura.

Il concorso prevede una borsa di studio in denaro di 2.000€ e la possibilità di partecipare a concorsi e workshop gratuitamente.

Archistart sarà quindi la “casa” di tutte le tesi di architettura e nello specifico in progettazione architettonica, urbanistica e paesaggio, restauro, infrastrutture.

9 Ottobre - apertura iscrizioni

12 Febbraio - termine iscrizioni

18 Febbraio - consegna elaborati

12 Marzo - risultati

archistart · Lecce (LC), Italia · Scadenza 12/02/20178
ATA2018 - Architectural Thesis Award
lunedì, 18 settembre 2017
Alma Mater Studiorum Università di Bologna · Bologna (BO), Italia · Scadenza 12/12/2017

Dal 05/01/2018 al 16/01/2018

L’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, sede di Bologna, ai sensi del Decreto 22 ottobre 2004, n. 270 del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, attiva, per l’anno accademico 2017-2018, il Master universitario di II livello in “Tecniche forensi e della prevenzione dei reati contro l'ambiente e l'incolumità pubblica”, di durata annuale, in lingua italiana che rilascia 60 crediti formativi universitari (CFU).

Il corso è attivato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali.

Il Master offre un percorso formativo che ha come obiettivo quello di formare personale qualificato ad operare nel campo delle indagini giudiziarie, relativamente alla fase processuale nonché alla prevenzione. Il profilo che si andrà a formare è quello di un esperto in tecnica forense nel campo degli illeciti ambientali e contro l'incolumità pubblica.

Il corso è destinato sia a giuristi sia a operatori di area tecnico-scientifica, in ambo i casi con già una sufficiente conoscenza del tema. Il corso approccia i temi della prevenzione, dell'indagine e del processo in un'ottica interdisciplinare ed intersettoriale, cercando di favorire la capacità di dialogo e di comprensione fra settori diversi, quali quello giuridico e tecnico-scientifico.

Costo: 5.000,00 Euro

Requisiti: Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi: LMCU in Giurisprudenza; LM‐22 Ingegneria
chimica; LM‐23 Ingegneria civile; LM‐35 Ingegneria per l'ambiente e il territorio; LM‐48 Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale; LM‐53 Scienza e ingegneria dei materiali; LM‐54 Scienze chimiche; LM‐74 Scienze e tecnologie geologiche; LM-79 Scienze geofisiche; LM‐75 Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio; LM-54 Scienze chimiche; o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).

Alma Mater Studiorum Università di Bologna · Bologna (BO), Italia · Scadenza 12/12/2017
Master II livello: Tecniche forensi e della prevenzione dei reati contro l'ambiente e l'incolumità pubblica
Alma Mater Studiorum Università di Bologna · Bologna (BO), Italia · Scadenza 19/01/2018

L’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, sede di Bologna – Campus di Ravenna, ai sensi del Decreto 22 ottobre 2004, n. 270 del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, attiva, per l’anno accademico 2017-2018, il Master universitario di I livello in “Monitoraggio ambientale e prevenzione dei rischi per la salute e l'ambiente”, di durata annuale con frequenza biennale part-time, in lingua italiana che rilascia 60 crediti formativi universitari (CFU).

Il corso è attivato in collaborazione con Fondazione Flaminia.

Il Master offre un percorso formativo che ha come obiettivo quello di:
formare le figure professionali nel campo del monitoraggio ambientale e della prevenzione dei rischi per la salute dell’uomo e dell’ambiente, fornendo le conoscenze atte a comprendere le evoluzioni e le problematiche ambientali e a supportare le attività di valutazione, pianificazione, elaborazione e applicazione delle procedure per la prevenzione dei rischi e per la tutela dell’ambientale e della salute dell’uomo. Questa figura professionale attraverso l’acquisizione, validazione e interpretazione dei dati e l’utilizzo della modellistica è in grado di applicare le normative in materia e di ideare, progettare e realizzare linee guida e protocolli utili allo sviluppo di strategie a supporto di monitoraggi, controlli funzionali e interventi nella prevenzione dei rischi per la salute delle persone e nella prevenzione e protezione ambientale.

Costo: 3.500 Euro

Requisiti: a) Lauree triennali conseguite ai sensi del DM 270/04 nelle seguenti classi: L-2 Biotecnologie, L-7 Ingegneria civile e ambientale, L-13 Scienze biologiche, L-17 Scienze dell’architettura, L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica, ambientale, L-25 Scienze e tecnologie agrarie e forestali, L-26 Scienze e tecnologie agro-alimentari, L-27 Scienze e tecnologie chimiche, L-29 Tossicologia ambientale, L-30 Scienze e tecnologie fisiche, L-32 Scienze ambientali, L-34 Scienze geologiche, L-41 Statistica, LSNT/4 Tecniche della Prevenzione dell’Ambiente, SNT/03 Professioni Sanitarie Tecniche, SNT/04 Professioni sanitarie della prevenzione o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento). Sono ammessi i laureati di primo ciclo nella classe L-14 Scienze dei servizi giuridici (o equivalenti), purchè in possesso di esperienza almeno triennale nell’ambito della prevenzione ambientale o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento).

b) Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi: SNT/03/S Scienze delle professioni sanitarie tecniche, SNT/04/S Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione, LM-3 Architettura del paesaggio, LM-4 Architettura, LM-6 Biologia, LM-7 Biotecnologie agrarie, LM-8 Biotecnologie industriali, LM-9 Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche, LM-17 Fisica, LM-23 Ingegneria civile, LM-35 Ingegneria per l’ambiente e il territorio, LM-41 Medicina e chirurgia, LM-48 Pianificazione territoriale urbanistica ambientale, LM-54 Chimica, LM-60 Scienze della natura, LM-69 Agraria, LM-70 Scienze e Tecnologie Alimentari, LM-71 Scienze e tecnologie della chimica indusriale, LM-73 Scienze e tecnologie forestali e ambientali, LM-74 Scienze e tecnologie geologiche, LM-75 Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio, LM-79 Scienze geofisiche, LM-82 Scienze statistiche, LM-86 Scienze Zootecniche e Tecnologie animali o lauree di secondo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento); Sono ammessi i laureati di secondo ciclo nella classe LMG-01Giurisprudenza (o equivalenti), purchè in possesso di esperienza almeno triennale nell’ambito della prevenzione ambientale o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).

Alma Mater Studiorum Università di Bologna · Bologna (BO), Italia · Scadenza 19/01/2018
Master I livello: Monitoraggio ambientale e prevenzione dei rischi per la salute e l'ambiente
Alma Mater Studiorum Università di Bologna · Bologna (BO), Italia · Scadenza 27/11/2017

Dal 11/12/2017 al 28/12/2017

L’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, sede di Bologna, ai sensi del Decreto 22 ottobre 2004, n. 270 del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, attiva, per l’anno accademico 2017-2018, il Master universitario di II livello in “Gestione dell’Energia”, di durata annuale, in lingua Italaino che rilascia 60 crediti formativi universitari (CFU).

Il corso è attivato in collaborazione con Fondazione Alma Mater.

Il Master offre un percorso formativo che ha come obiettivo quello di formare esperti nella Gestione dell’Energia che siano in grado di realizzare Audit Energetici finalizzati alle verifiche per la valutazione e la certificazione dell’efficienza energetica di impianti ed edifici secondo le leggi e le norme di riferimento e di risolvere problemi di ottimizzazione di sistemi energetici complessi, integrando conoscenze tecniche ed economiche.

Costo: € 3.500,00

Requisiti: Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenticlassi: Laurea in Ingegneria vecchio ordinamento (qualsiasi indirizzo); Laurea in Architettura vecchio ordinamento;
Laurea in Ingegneria specialistica o magistrale (LM qualsiasi indirizzo); LM-4 Architettura e Ingegneria Edile-Architettura; LM-44 Modellistica Matematicofisica per l’Ingegneria; LM-53 Scienza e Ingegneria dei Materiali;
LM-54 Scienze Chimiche; LM-48 Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Ambientale; LM-69 Scienze e Tecnologie Agrarie; LM-75 Scienze e Tecnologie Dell’Ambiente e Territorio o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).

Alma Mater Studiorum Università di Bologna · Bologna (BO), Italia · Scadenza 27/11/2017
Master II livello: Gestione dell’Energia
venerdì, 08 settembre 2017
Università degli Studi Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 15/01/2018

Il Master affronta le questioni relative al territorio, alla città e all’ambiente. La capacità di leggere il contesto territoriale e urbano, insieme a una cultura e sensibilità ambientale, sono requisiti primari nelle recenti direttive europee, nelle politiche pubbliche nazionali e nei nuovi orientamenti dei settori della produzione e dei servizi. A fronte di queste esigenze del mondo del lavoro, della formazione e dell’amministrazione, il Master si presenta come una esperienza teorica e operativa, che mira innanzitutto a dare gli elementi di una cultura integrata sui temi affrontati.

A chi è rivolto: ai docenti di tutti i cicli della scuola in risposta ai bisogni formativi relativi all’educazione ambientale e alla cittadinanza, secondo le nuove “Linee guida per l’Educazione Ambientale e allo sviluppo sostenibile” del Ministero dell’Ambiente e della Istruzione, Università e Ricerca, in riferimento al nuovo insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione”. Al personale della pubblica amministrazione - ai sensi della Direttiva in merito alla formazione della P.A., del 30 luglio 2010, G.U. numero 234 del 06.10.2010 – tra i quali, a titolo di esempio, mobility manager, funzionari/e ai Trasporti, Infrastrutture, Turismo, Verde Urbano ad artisti, architetti, urbanisti e pianificatori agli iscritti all’Albo degli Architetti, pianificatori paesaggisti e conservatori agli iscritti all’Albo unico degli ingegneri a giornalisti, aspiranti giornalisti o ad altre figure interessate alla comunicazione ambientale agli iscritti all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti ad operatori/operatrici sociali e ambientali - ai sensi della Direttiva 30 luglio 2010, G.U. numero 234 del 06.10.2010 agli iscritti all’Albo nazionale dei gestori ambientali, istituito dal d.lgs. 152/2006 e succeduto all’Albo nazionale gestori rifiuti disciplinato dal d.lgs. 22/1997 ai rappresentanti politici e al personale tecnico impiegato nei relativi staff ai partecipanti di associazioni di cittadinanza attiva e organizzazioni non governative.

Università degli Studi Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 15/01/2018
Master di I livello in: Studi del territorio – Environmental humanities
Università degli Studi Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 11/12/2017

22 gennaio 2018 – 14 dicembre 2018

Il Master ha lo scopo di formare architetti esperti nel recupero e nel restauro dell’architettura e dell’edilizia storiche e capaci di progettare in sintonia con i contesti urbani e ambientali, per restituire ai centri storici la loro peculiare bellezza e al patrimonio italiano le sue molteplici identità.
In parallelismo con le collaborazioni già in atto da più di un decennio con le diverse istituzioni preposte alla tutela a Roma e nel Lazio, la programmazione di contributi di esperti e docenti di altre discipline (in particolare archeologi, geologi e storici dell’arte) intende promuovere una visione intersettoriale del patrimonio culturale e rispondere in modo più adeguato ai nuovi assetti territoriali delle istituzioni statali e locali.

Università degli Studi Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 11/12/2017
Master di II livello in: Restauro architettonico e cultura del patrimonio
Università degli Studi Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 10/01/2018

9 febbraio 2018 – 15 febbraio 2019

L’obiettivo del Master è di consentire ai partecipanti di acquisire un’approfondita conoscenza dei metodi di progettazione di strutture e infrastrutture seguendo l’impianto normativo stabilito dagli Eurocodici, cui anche la Normativa italiana si ispira. Dopo aver richiamato i principi informatori alla base della modellazione e dell’analisi dei sistemi strutturali, il corso di Master tratta tutte le tipologie costruttive diffuse in Italia e in Europa: il cemento armato, l’acciaio, l’acciaio/calcestruzzo, la muratura, il legno e l’alluminio. Sono anche trattate nuove tecniche costruttive basate su compositi pultrusi e di rinforzo con FRP di strutture esistenti. Allo scopo di agevolare il successivo apprendimento di tutti i concetti che, sull’intero corpus degli Eurocodici, condividono la medesima impostazione metodologica, particolare enfasi è data all’inquadramento teorico iniziale, che fornisce all’allievo le necessarie basi riguardo i temi di affidabilità, modellazione e analisi strutturale.
Terminata la fase di inquadramento iniziale, ogni modulo successivo approfondisce un particolare Eurocodice, comprendendo anche i temi della geotecnica, per arrivare, al termine del corso, ad averne sviluppato una trattazione completa. Partendo da una sintesi critica del testo normativo, in ogni modulo si approfondiscono gli aspetti concettuali e si esemplificano i contenuti mediante esercizi applicativi di crescente complessità, ponendo anche attenzione alla progettazione al fuoco. Il corso comprende anche un ampio modulo dedicato all’Eurocodice 8, che tratta la progettazione delle strutture in zona sismica, nonché la valutazione e l’adeguamento delle costruzioni esistenti.

Università degli Studi Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 10/01/2018
Master di II livello in: Progettazione Strutturale Avanzata secondo gli Eurocodici
Università degli Studi Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 20/12/2017

12 febbraio 2018 – 15 dicembre 2018

La finalità del master Open è formare soggetti che abbiano competenze specialistiche di carattere interdisciplinare e multidimensionale riguardo i temi della rappresentazione e della progettazione del paesaggio, in particolare in ambiti urbani, sempre più centrali nella cultura del progetto e fondamentali per la definizione della
qualità dell’habitat.

Costo: 4. 000 euro

Università degli Studi Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 20/12/2017
Master di II livello in Open – Architettura del Paesaggio
mercoledì, 06 settembre 2017
Università di Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 15/12/2017

Il Master, interdisciplinare e di durata biennale (120 CFU) intende presentare "una nuova proposta di formazione post lauream, mirata a ricomporre in una visione territoriale, contestuale e organica, i contributi delle competenze specialistiche necessarie alla conoscenza, cura e gestione del patrimonio, in sintonia con la recente riorganizzazione degli organi centrali e periferici del MiBACT e con le migliori esperienze provenienti dal campo dell’associazionismo culturale".

Università di Roma Tre · Roma (RM), Italia · Scadenza 15/12/2017
Master internazionale di II livello in culture del patrimonio
lunedì, 04 settembre 2017
NewitalianBlood · Salerno (SA), Italia · Scadenza 01/03/2018

NewItalianBlood no profit, promotore dal 2009 del Premio Top10 Architetti&Paesaggisti under36 e dal 2014 del Master Architettura|Ambiente, svela la seconda edizione del premio per neolaureati under30 a sostegno di creatività, innovazione, specializzazione e alta formazione dedicato ai giovani progettisti.
Potranno competere tutte le tesi di laurea, individuali o collettive, in pianificazione, rigenerazione urbana, urban design, architettura del paesaggio, tutela attiva dell'ambiente, design strategico, riuso dei buchi neri (edifici/spazi incompiuti o abbandonati), costruzione ex novo, e più in generale esempi di programmazione, progettazione e design fortemente orientati allo sviluppo sostenibile.
NIB premia i migliori 3 neolaureati italiani o residenti/domiciliati in Italia sulla base di un progetto di tesi discusso negli anni 2015-2016-2017-2018; in ogni caso tutti i progettisti candidati non dovranno avere compiuto 30 anni al momento dell’invio degli elaborati, previsto per il 1 marzo 2018 e non devono aver partecipato alla prima edizione del Premio.

I 3 progettisti o gruppi vincitori riceveranno un premio di 1.000 Euro, 750 Euro e 500 Euro, saranno inoltre invitati a presentare le tesi di laurea in una serie di eventi pubblici, workshop, summer school e verranno pubblicati sia in homepage che in una sezione speciale del portale www.newitalianblood.com.

NewitalianBlood · Salerno (SA), Italia · Scadenza 01/03/2018
Premio NIB tesi di laurea in progettazione
mercoledì, 30 agosto 2017
Università degli studi di Firenze · Firenze (FI), Italia · Scadenza 28/11/2017

È istituito presso l'Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Architettura per l'anno accademico 2017/2018, il Master di II livello in Documentazione e Gestione dei Beni Culturali.

Finalità del corso e profilo professionale:

Il master offre agli iscritti molteplici attività formative che, grazie anche alla pluridisciplinarità dei temi trattati, contribuiranno al raggiungimento delle competenze necessarie ad operare consapevolmente in un ambito complesso come quello dei beni culturali.

Requisiti: I titoli richiesti per l’ammissione alla selezione per l’iscrizione al Master sono:

  • laurea magistrale conseguita secondo l’ordinamento ex DM 270/2004 in una delle seguenti classi: LM-1 Antropologia culturale ed Etnologia; LM-2 Archeologia; LM-3 Architettura del Paesaggio; LM-4 Architettura e Ingegneria Edile – Architettura; LM-10 Conservazione dei Beni Architettonici e Ambientali; LM-11 Scienze per la Conservazione e Restauro dei Beni Culturali; LM-23 Ingegneria Civile; LM-24 Ingegneria dei Sistemi Edilizi; LM-35 Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio; LM-48 Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale; o LM-75 Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e il Territorio; o

  • oppure laurea specialistica conseguita secondo l’ordinamento ex DM 509/1999 equiparata ai sensi del DI 9 luglio 2009;

  • laurea conseguita secondo l’ordinamento antecedente al DM 509/1999 in: Architettura; Conservazione dei beni culturali; o Ingegneria civile; Ingegneria edile; Pianificazione territoriale e urbanistica; Pianificazione territoriale, urbanistica ed,ambientale; Scienze agrarie; Scienze della cultura;
    Scienze economiche, statistiche e sociali; Scienze forestali ed ambientali; Storia e conservazione dei beni architettonici e ambientali; Storia conservazione dei beni culturali; Urbanistica.

Università degli studi di Firenze · Firenze (FI), Italia · Scadenza 28/11/2017
Master II livello: Documentazione e Gestione dei Beni Culturali
lunedì, 17 luglio 2017
Alma Mater Studiorum Università di Bologna · Bologna (BO), Italia · Scadenza 30/11/2017

L’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, sede di Bologna, ai sensi del Decreto 22 ottobre 2004, n. 270 del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, attiva, per l’anno accademico 2017-2018, il Master universitario di II livello in “Rigenerazione sostenibile. Progetto multidisciplinare per ri-costruire la città resiliente”, di durata annuale, in lingua iitaliana che rilascia 60 CFU totali previsti nel progetto crediti formativi universitari (CFU).

Il Master offre un percorso formativo che ha come obiettivo quello di fornire nuovi strumenti interpretativi e progettuali improntati alla integrazione dei temi di innovazione tecnologica, ambientale, sociale ed economica nel progetto della città esistente ancora “funzionante”: la cosiddetta città consolidata, che necessita di un rinnovo continuo e profondo per poter garantire idonei livelli di vivibilità e di salubrità urbana, per ridurre drasticamente le emissioni inquinanti e climalteranti e i consumi energetici, per garantire una maggiore resilienza ai cambiamenti climatici e socioeconomici.
La crisi del modello della città fordista, la dismissione delle aree produttive che hanno esaurito il proprio ciclo di vita, i nuovi ruoli che le città assumono negli scenari della globalizzazione favoriscono modelli di riorganizzazione e riqualificazione sia delle città, sia dei soggetti che concorrono alla definizione e attuazione dei programmi di rigenerazione urbana. Tale cambiamento è sancito anche dal processo di revisione della legge urbanistica regionale avviato dalla Regione Emilia-Romagna, che innova radicalmente le modalità tradizionali di pianificazione del territorio proponendo un modello flessibile, negoziato di rigenerazione interstiziale della città attraverso densificazioni, demolizioni e ricostruzioni, addizioni, e il contestuale ridisegno dello spazio pubblico. In questo scenario, il Master intende, in una prospettiva di tipo rigenerativo, cambiano radicalmente rispetto al passato i contesti urbani interessati dalla trasformazione, gli attori coinvolti nel processo di rigenerazione e soprattutto i modi con cui si può e si deve intervenire, richiedono ai progettisti di approcciarsi a questi temi in modo radicalmente diverso rispetto al passato, acquisendo competenze diverse e nuovi modi di operare finalizzati alla qualificazione della città. Ciò richiede nuove figure professionali, in grado di lavorare in un team multidisciplinare qualificato e di interloquire con linguaggi e saperi specialistici differenti.

costo: 4.500,00 (quattromilacinquecento)

Requisiti: LM-4 Architettura e Ingegneria Edile-Architettura (e 4/S Architettura e Ingegneria Edile-Architettura, Architettura VO, Ingegneria edile VO), LM-23 Ingegneria Civile (e 28/S, Ingegneria civile VO), LM-48 Pianificazione urbanistica territoriale ed ambientale (e 54/S Pianificazione territorial urbanistica e ambientale, Urbanistica VO), LM-69 Scienze e Tecnologie Agrarie, (e 77/S Scienze e tecnologie agrarie, Scienze agrarie tropicali e subtropicali VO), LM-73 Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali, (e 74/S Scienze e gestione delle risorse rurali e forestali, Scienze forestali VO, Scienze forestali e ambientali VO).

Alma Mater Studiorum Università di Bologna · Bologna (BO), Italia · Scadenza 30/11/2017
Master Universitario di II livello: Rigenerazione sostenibile - Progetto multidisciplinare per ri-costruire la città resiliente
Alma Mater Studiorum Università di Bologna · Bologna (BO), Italia · Scadenza 04/12/2017

L’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, sede di Imola (BO), ai sensi del Decreto 22 ottobre 2004, n. 270 del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, attiva, per l’anno accademico 2017-2018, il Master universitario di I livello in “Difesa del verde ornamentale per produzioni e progettazioni ecosostenibili”, di durata annuale, in lingua Italiano che rilascia 60 crediti formativi universitari (CFU).

Il Master offre un percorso formativo che ha come obiettivo quello di offrire al Fitopatologo una specializzazione e un approfondimento nella produzione e salvaguardia del patrimonio vegetale ornamentale. L’enorme variabilità ed il continuo dinamismo delle avversità che interessano le piante ornamentali presuppongono un’approfondita conoscenza degli agenti patogeni, degli insetti ed altri animali, e delle infestanti, delle caratteristiche epidemiologiche delle malattie e delle moderne tecniche diagnostiche per la messa a punto di interventi di difesa e prevenzione ad hoc, nel pieno rispetto dell’ambiente.

Costo: € 2.200,00

Requisiti: Lauree triennali conseguite ai sensi del DM 270/04 nelle seguenti classi: L-25 Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali; L-2 Biotecnologie; L-13 Scienze Biologiche; L-32 Scienze e Tecnologie per l’ambiente e la natura o lauree di primo ciclo di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (DM 509/99 e Vecchio Ordinamento).
b) Laurea magistrale e magistrale a ciclo unico conseguita ai sensi del D.M. 270/04 nelle seguenti classi: LM-73 Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali; LM- 69 Scienze e Tecnologie Agrarie o lauree di secondo ciclo o ciclo unico di ambito disciplinare equivalente, eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti (D.M. 509/99 e Vecchio Ordinamento).

Alma Mater Studiorum Università di Bologna · Bologna (BO), Italia · Scadenza 04/12/2017
Master Universitario di I livello: Difesa del verde ornamentale
venerdì, 14 luglio 2017
Università degli Studi IUAV di Venezia · Venezia (VE), Italia · Scadenza 14/01/2018

inizio/fine da febbraio 2018 a gennaio 2019

Obiettivi: Il master “Curating Performing Arts” nasce con l’obiettivo di formare una nuova figura professionale divenuta, negli anni recenti, un importante vettore di cambiamento e innovazione nella scena delle arti dal vivo contemporanee, attraverso la definizione di un profilo dotato di un sistema di competenze condiviso a livello internazionale, inscritto dentro una mappa europea di teorie e prassi curatoriali avanzate. Muovendo verso la ricostruzione di tendenze ancora in ombra negli studi italiani e internazionali, il Master consentirà ai corsisti di analizzare le specificità della figura del “curatore nel campo delle arti performative” per mezzo di studi comparati e fasi applicative, provilegiando una configurazione problematica delle prassi curatoriali contemporanee in un quadro di slittamenti macro e micro-storici e contemplando gli apporti teorici provenienti da altri ambiti disciplinari quali filosofia, scienze politiche, antropologia, studi sulla percezione, neuroscienze, architettura. L’obiettivo è quello di dar corso a una trasmissione plurale di nozioni di carattere teorico, storico-artistico, interdisciplinare e tecnico (organizzativo, amministrativo, tecnico/installativo) che competono alla funzione curatoriale. Il Master contribuisce inoltre alla definizione concettuale del suo stesso oggetto, condizione imprescindibile per l’attivazione di policy adeguate al suo sviluppo, nel quadro di un cambio di paradigma culturale, sociale e politico del nostro tempo.

Profili funzionali e sbocchi occupazionali nel settore professionale di riferimento: Il master forma curatori altamente specializzati nel settore delle arti performative (teatro, danza, musica, performance, expanded cinema, live arts, opera). Profilo professionale non ancora del tutto definito dal punto di vista delle funzioni e delle caratteristiche tipologiche, il curatore nel campo delle arti performative rappresenta oggi una figura chiave del settore, fortemente richiesta dalle grandi istituzioni teatrali, dai festival e dai centri di ricerca delle arti visive, all’interno dei maggiori contesti museali a livello internazionale. Si tratta di una figura che necessita di competenze poste all’incrocio tra teoria, programmazione e gestione, vicine e, a un tempo, trasversali rispetto a quelle dei manager e producer dello spettacolo dal vivo, tangenti a quelle del curatore di arti visive.

Il Master permette di acquisire strumenti e competenze indispensabili per entrare in un ambito lavorativo estremamente dinamico e complesso, occupandosi di aspetti di ordine teorico e pragmatico. Per farlo si avvale di una rete di ricercatori, docenti, curatori, artisti e professionisti del settore che rappresentano in Europa profili di eccellenza nella formazione curatoriale, essi stessi portatori di pratiche, visioni ed esperienze che indicano direzioni di sviluppo possibili per un profilo professionale aperto a un confronto continuo con altre forme culturali.

tasse iscrizione al concorso € 50,00

tasse immatricolazione € 6000,00 + imposta di bollo assolta in modo virtuale

Università degli Studi IUAV di Venezia · Venezia (VE), Italia · Scadenza 14/01/2018
Master II livello: curating performing arts
Università degli Studi IUAV di Venezia · Venezia (VE), Italia · Scadenza 14/01/2018

inizio/fine da febbraio 2018 a gennaio 2019

Obiettivi: La gestione dei centri storici e la loro fruizione da parte di residenti, turisti e abitanti temporanei costituisce una tematica non più trascurabile per chi si occupa della trasformazione degli ambienti urbani consolidati e della tutela del loro patrimonio. Il turismo è sempre stato uno dei principali modi in cui si è articolato il rapporto tra patrimonio e globalizzazione. Oggi la democratizzazione transnazionale delle pratiche turistiche (con il coinvolgimento sempre maggiore del sud-est asiatico) sta mettendo in discussione l’organizzazione delle città storiche e sta trasformato il concetto stesso di patrimonio urbano. A questi cambiamenti si aggiungono le innovazioni portate da nuovi servizi informatici, infrastrutture tecnologiche e di comunicazione che si offrono oggi a disposizione di chi sappia meglio indagarne le potenzialità in ambito urbano. Il master intende fornire gli strumenti tecnici e culturali più adatti, per comprendere e gestire nuove situazioni urbane in città antiche. Il master approfondisce il legame esistente tra il patrimonio urbano e il turismo globale, cercando di capirne regole e future trasformazioni, suggerendo modelli e politiche in grado di permettere al patrimonio urbano di diventare una eccezionale fonte di attrazione per il turismo e, allo stesso tempo, fare in modo che il turismo garantisca la conservazione del patrimonio urbano. Per le professionalità che vogliono affrontare queste questioni si ritiene necessaria una formazione che sappia arricchirsi delle sinergie provenienti da uno spettro di discipline ampio e in continua ridefinizione. Il master vuole preparare architetti, pianificatori, economisti e gestori con una formazione tecnica avanzata ed un respiro culturale di alto livello. Impostato su una idea di formazione intellettuale profonda, che riteniamo propriamente di scuola italiana, il aster si pone in primis come luogo di ricerca e di indagine. È uno spazio di confronto dove formulare domande stimolanti, piuttosto che ricevere risposte certe, insinuare dubbi, anziché ottenere sicurezze di metodi universali. L’unico metodo che si ritiene valido è l’attitudine all’osservazione e all’apertura a spazi disciplinari ampi e a culture lontane, perché le tecniche e gli strumenti cambiano e si trasformano in continuazione, mentre le basi logiche e culturali per interrogarsi sulla realtà urbana contemporanea sono sempre costanti. La città di Venezia costituisce un luogo emblematico per affrontare questo tema. La sede del master offre un punto di osservazione diretto sulla realtà urbana e sulle dinamiche turistiche in un contesto storico e in un ambiente sociale reale. Non è un caso che proprio a Venezia ha preso avvio il dibattito internazionale sui temi della conservazione e del progetto della città storica, qui hanno avuto inizio i primi studi e le sperimentazioni operative che hanno posto le basi della disciplina in tutto il mondo.

Profili funzionali e sbocchi occupazionali nel settore professionale di riferimento:
Il master risponde a una domanda sempre più crescente di esperti capaci di cogliere problematiche e opportunità legate allo sviluppo turistico in ambiti territoriali soggetti a tutela. Le figure professionali richieste devono saper coniugare competenze trasversali sia nel campo della progettazione/pianificazione strategica del turismo che nell’analisi delle nuove dinamiche del mercato adattandole alle specifiche esigenze dell’ambiente costruito in cui si trovano di volta in volta ad operare. La sensibilità e la formazione acquisite nel master attraverso i momenti di teoria, di discussione e di applicazione pratica, permetteranno alle nuove figure professionali di assumere diversi ruoli quali:

  • Esperti in strutture turistiche in ambiti urbani storici.

  • Consulenti per realtà quali Amministrazioni pubbliche, Enti gestori, Tour Operator, Imprenditori, Società del Real Estate.

  • Esperti in piani urbanistici per la tutela di aree storiche o in piani di gestione e sviluppo turistico per aree storiche/soggette a tutele particolari.

tasse iscrizione al concorso € 50,00

tasse immatricolazione € 6000,00 + imposta di bollo assolta in modo virtuale

Università degli Studi IUAV di Venezia · Venezia (VE), Italia · Scadenza 14/01/2018
Master I livello: MHT - master in urban heritage and global tourism
Università degli Studi IUAV di Venezia · Venezia (VE), Italia · Scadenza 14/01/2018

inizio/fine da febbraio 2018 a gennaio 2019

Obiettivi: Il master ha come obiettivi la formazione del fotografo, lo sviluppo dell’autonomia autoriale, l’approfondimento della grammatica del linguaggio fotografico, il coordinamento di progetti fotografici individuali e collettivi nelle loro diverse fasi di attuazione, a partire dall’ideazione e dallo sviluppo dell’idea iniziale fino alla realizzazione di pubblicazioni e libri fotografici, attraverso la collaborazione con le figure quali il grafico, il fotolitista ed il tipografo. Il master intende offrire ai partecipanti gli strumenti necessari legati alla professione del fotografo, dalle nozioni tecniche allo sviluppo di una ricerca visiva autonoma tramite laboratori ed esercitazioni sul campo. Il programma si svolge attraverso diversi moduli didattici dedicati alla tecnica della fotografia e alla sua evoluzione storica, anche in relazione alla produzione artistica contemporanea. Questi moduli sono affiancati da alcuni insegnamenti caratterizzanti, tenuti da autori e professionisti che operano nel settore editoriale, curatoriale e accademico. In particolare, i laboratori progettuali approfondiscono diversi approcci al linguaggio fotografico, al fine di realizzare una ricerca collaborativa e condivisa tra studenti e insegnanti sulla città di Venezia. Gli studenti sviluppano inoltre un progetto individuale sotto la supervisione dei diversi autori incontrati nel percorso di studio. Il master dà agli iscritti la possibilità di sviluppare un approccio professionale nell’ambito della fotografia contemporanea e di iniziare la costituzione di un network di professionisti internazionali, studi fotografici editori e curatori operanti in Italia e all’estero. Nella fase conclusiva del master, gli studenti portano a compimento un progetto individuale, a partire dai percorsi di ricerca sviluppati nel corso dell’anno di studio. L’elaborato finale viene presentato durante la mostra di fine corso ed è pensato ai fini di una possibile pubblicazione.

Profili funzionali e sbocchi occupazionali nel settore professionale di riferimento:
Studi di grafica, studi di architettura, libera professione, studi fotografici, editoriale, riviste del settore fotografia, architettura, case editrici, fotografia industriale, fotografia di genere.

tasse iscrizione al concorso € 50,00

tasse immatricolazione € 6000,00 + imposta di bollo assolta in modo virtuale

Università degli Studi IUAV di Venezia · Venezia (VE), Italia · Scadenza 14/01/2018
Master I livello: photography
Università degli Studi IUAV di Venezia · Venezia (VE), Italia · Scadenza 14/01/2018

inizio/fine da marzo 2018 a febbraio 2019

Obiettivi: Il settore della logistica e del trasporto, inteso come risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio, rappresenta attualmente uno dei settori economici più dinamici ed innovativi. Tuttavia, a fronte di un crescente sforzo formativo promosso in questo campo da altri paesi (europei e non) in rapporto alle forti esigenze occupazionali e professionali espresse dal tessuto economico-produttivo, il nostro paese tende ancora a segnare il passo. Il dinamismo del settore, particolarmente accentuato in aree come il Nord-Est, si scontra spesso con i forti deficit di cultura logistica e trasportistica e di preparazione professionale specifica nel settore, ciò che determina un’indubbia perdita di competitività del territorio.

Profili funzionali e sbocchi occupazionali nel settore professionale di riferimento:

Il settore della logistica e del trasporto, inteso come risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio, rappresenta attualmente uno dei settori economici più dinamici ed innovativi. Tuttavia, a fronte di un crescente sforzo formativo promosso in questo campo da altri paesi (europei e non) in rapporto alle forti esigenze occupazionali e professionali espresse dal tessuto economico-produttivo, il nostro paese tende ancora a segnare il passo. Il dinamismo del settore, particolarmente accentuato in aree come il Nord-Est, si scontra spesso con i forti deficit di cultura logistica e trasportistica e di preparazione professionale specifica nel settore, ciò che determina un’indubbia perdita di competitività del territorio.

tasse iscrizione al concorso € 50,00

tasse immatricolazione € 6000,00 + imposta di bollo assolta in modo virtuale

Università degli Studi IUAV di Venezia · Venezia (VE), Italia · Scadenza 14/01/2018
Master I livello: logistica e trasporti